È di un euro il contributo che si mette a disposizione per i Paesi colpiti dalla tragedia nel Sudest asiatico con un messaggio inviato con il cellulare al numero 48580


Filmati dal sito RAI



Numeri Utili

Ambasciate 
e Consolati Italiani


BANGKOK -
Ambasciata d'Italia
Tel: 00662 2854090/1/2/3

SRI LANKA
COLOMBO
Ambasciata d'Italia
Tel: 00941 12588388, 12508418

MALDIVE MALÉ
Agenzia consolare onoraria 
Tel: 00960 440088

Tutte le 
ambasciate locali

CROCE ROSSA
sito per la ricerca dei dispersi

La Croce Rossa ha istituito un sito internet per aiutare i famigliari di persone disperse dopo il maremoto nell'Asia meridionale a rintracciare i loro cari. "Le persone che si trovino nelle aree colpite possono registrarsi per informare le loro famiglie che sono sani e salvi, e i famigliari possono consultare gli elenchi".
www.familylinks.icrc.org

Una delle cause che può generare uno tsunami, tra le altre, è il verificarsi di un forte terremoto sottomarino. In corrispondenza della zona di frizione o subduzione delle placche tettoniche, sul fondo dell’oceano, il mare viene  spostato violentemente dal basso verso l’alto. Gli Tsunami sono caratterizzati da  sequenze di onde lunghissime, tanto che in mare aperto possono essere appena percepite da una nave. Infatti, la distanza tra una cresta d’onda e l’altra di un centinaio di chilometri. Questi treni d’onde possono viaggiare per migliaia di chilometri nel mare aperto e la loro velocità dipende dalla profondità dell’acqua. In un oceano profondo 4-5000 metri le onde possono viaggiare anche alla velocità di 800 chilometri orari.
 

  

oceano indiano 26/12/2004
Thailandia: l'elenco degli italiani feriti o non trovati



Victoria, una turista svedese, ha raccontato che "una mia amica, che era in vacanza con il marito e il figlio a Phuket, mi ha telefonato, il loro albergo è stato distrutto dal terremoto. 'Ora siamo in cima a un promontorio e aspettiamo la prossima ondata', mi ha detto terrorizzata".

"La nostra barca era attraccata a Patong Beach, in Thailandia, presso una secca, ma nel giro di cinque minuti la superficie dell'acqua si è ingrossata fino a trasformarsi in onde alte più o meno 8 metri che si sono abbattute sulla strada principale di Patong. Un disastro". Questa una delle testimonianze riferite dalla Bbc, raccolte da persone che si trovano nell'area della catastrofe. "Le barche più piccole - racconta Mike Ryner, testimone oculare - sono state disancorate, le spiagge della parte ovest di Phuket completamente inondate".

Come moltissime altre persone nel mondo, noi stiamo seguendo costantemente la situazione conseguente al terremoto e al maremoto che hanno colpito cosi' tante zone dell'Asia e dell'Africa orientale. Qua sotto sono elencati alcuni siti gia' operativi per fornire informazioni e gestire le donazioni per le vittime di tutta la regione. I nostri pensieri sono rivolti a tutti coloro che sono rimasti coinvolti in questa tragedia
Protezione Civile -     Informazioni aggiornate sulla situazione
Repubblica.it "Emergenza in Asia" - Vi trovate in Asia, nella zona colpita dal sisma? Repubblica.it vi chiede di raccontare la vostra esperienza
Corriere.it speciale maremoto - L'emergenza è ora l'alimentazione
Rai News 24 speciale Tsunami - Catastrofe nell'Oceano Indiano 
 le ultime notizie
  due siti molto completi e, sembrerebbe, piuttosto aggiornati su dispersi, oggetti ritrovati e altri elementi utili

http://www.tsunami-mirror.org/
 http://www.onethailand.com/

•  Un sito con molte informazioni utili
  http://www.crik-crok.it/tsunami.html
  Vuoi segnalare una persona scomparsa ?? vai alla pagina delle segnalazioni


Questo sito è gestito in forma autonoma con il solo scopo di fornire informazioni utili a ricongiungere i gruppi familiari. Riteniamo che si può aiutare gli scampati di questa disgrazia dedicando loro un poco del nostro tempo libero.
Potete accedere al forum e chiedere o lasciare notizie.

©2004 Marketing Service - Tutti i diritti riservati - note legali   -  info  

 
Personaggi disonesti  si sono attivati per carpire la buona fede delle persone, diffidate delle e-mail poco chiare e donate solamente alle associazione che conoscete.

"E' terribile, la pioggia, un muro d'acqua, una scossa violentissima di terremoto... Vivo qui da tanti anni - ha detto Kareemoff Sumyun, da Giakarta - ma non avevo mai visto niente di così tremendo... Dio ci sta facendo capire che è infuriato...". "Mio fratello mi ha telefonato per dirmi che era sopravvissuto - racconta Stinus da Copenhagen - lui vive in una piccola isola turistica, Koh Phi Phi, vicino a Phuket nel sud della Thailandia. Ha raccontato che tutta l'isola è stata travolta, e che ci sono morti ovunque. Ora sta cercando di rintracciare la sua fidanzata thailandese e un amico danese".

 
"L'ampiezza della catastrofe indica che ci vorrà una assistenza molto grande" ha aggiunto. "I bisogni sono enormi", ha precisato, in termini di "approvvigionamento di acqua, di ripari, di cibo e di coperte". I primi aiuti d'urgenza saranno distribuiti attraverso il Canale della Croce Rossa, della Mezzaluna rossa e di altre organizzazioni non governative.


per segnalare errori o link mancanti potete scrivere a: webmaster le foto e le notizie pubblicate sono state prelevate dai siti e dai media che hanno dato informazioni di questo evento e ove possibile è stata chiesta l'autorizzazione. Chi ritiene di avere diritti di copyright può comunicarlo e provvederemo a rimuoverle.
Questo sito non ha scopi di lucro ma solo di informazione.

 

 

 

 

 

 

webmaster